venerdì 3 maggio 2013

Book Blogger Hunt - 6° Tappa!


Ciao a tutti e benvenuti alla 6° tappa della Book Blogger Hunt, originale iniziativa che vi ho presentato qualche giorno fa QUI.
Oggi è il mio turno di vestire i panni di intervistatrice e ho il piacere di ospitare Barbara (alias Jerry) del blog Libri in Pantofole.
Ma prima di iniziare volevo farvi un promemoria: vi siete ricordati di segnare il numero preferito della precedente intervista? Nel caso non si fosse capito, si trattava del numero 10 e se vi siete proprio persi l’intervista che Alaisse, Amaranth e Angharad mi hanno fatto, potete trovarla sul loro blog, La bella e il cavaliere.
E ora torniamo a noi e alla nostra ospite.
Ciao Barbara! Oggi è il tuo turno di essere intervistata. Ho scoperto il tuo blog solo grazie alla BBH e ne sono molto contenta perché mi piace tantissimo. La grafica ha un gusto d’altri tempi che è davvero bello e ho trovato molto carina la tua rubrica sui luoghi dove sono ambientati i romanzi! Poi le pantofoline per dare il voto alle recensioni mi fanno un sacco simpatia. Libri in pantofole ha tutte le carte in regola per essere un luogo dove rilassarsi e parlare di libri: quindi ragazzi se non conoscete ancora Barbara – o forse dovrei dire Jerry – fate una visitina al suo blog!
Ma veniamo a noi! Benvenuta su I Libri di Lo :)

1. Anche se la prima domanda è prevedibile, per rompere il ghiaccio ti chiedo: quando e come ti è nata l’idea di aprire un tuo angolino libroso virtuale?
Allora innanzitutto grazie per avermi ospitato sul tuo blog Lorenza, partecipare alla BBH mi ha dato la possibilità di conoscere il tuo angolino virtuale e molti altri. Vedi Libri in pantofole è nato proprio per questo motivo: condividere una passione e conoscere altre persone che amassero i libri come me. Da quando ho aperto il blog posso raccontare dei libri che mi sono piaciuti e di quelli che non mi hanno convinto, dei romanzi che vorrei assolutamente comprare e di quelli che scopro proprio grazie agli altri blogger, grazie alle loro recensioni e  ai suggerimenti. Ho iniziato questa avventura a novembre del 2012, quindi da poco tempo, ma ne sono entusiasta e spero di continuare ancora per molto, parola d'ordine “condividere”!
2. Sono perfettamente d’accordo con te… la condivisione della nostra passione è la cosa più bella su cui basare i nostri blog. Oltre ad essere una blogger, cosa ci racconti di te in non meno di 28 parole?
Be' Barbara vive nella provincia di Firenze, ha 33 anni, un lavoro precario (ma di questi tempi è già molto!) e una passione sfrenata per libri e musica. Di entrambe queste cose non posso davvero fare a meno: ho sempre un libro tra le mani e un cd nel lettore della mia auto, nonché una playlist sterminata nell'iPod. Sono una gattofila convinta e condivido casa con Miky, adorabile peste nera. (Mi sa che ho sforato le 28 parole!!!)
3. Che bello! Siamo quasi coetanee. Ci sono così tante giovani voci on line, che a volte mi chiedo se non sono troppo vecchia, quindi è sempre un piacere conoscere blogger meno “giovani” XD. Posso chiederti da dove arriva il tuo nick “Jerry”?
Ma certo! Dall'altra mia grande passione : la musica. Jerry Cantrell è il mio idolo, chitarrista del gruppo rock grunge Alice in Chains (sono cresciuta a pane e grunge ;-)
4. Purtroppo non è il mio genere, quindi non lo conosco. Io sono nata il 28 settembre, tu?
Il 27 gennaio.
5. Quindi sei un’ acquario… credi nello zodiaco e nell’oroscopo?
Se devo essere sincera non sono molto ferrata in materia di segni e oroscopi, anche se... quando ho una rivista in mano un'occhiatina alla pagina dell'oroscopo non la disdegno.
6. Bhè in effetti un oroscopo positivo mette sempre di buon umore… e se è negativo, basta ignorarlo! La passione per la lettura è cresciuta con te fin da piccola o l’hai scoperta più avanti negli anni?
La porto con me fin da piccola, mia madre è un'accanita lettrice anche lei e mi ha iniziata a questa passione, proprio con i suoi libri di quando era ragazzina da Piccole donne a 20.000 leghe sotto i mari... si può dire che mi ha aperto un mondo
7. Quali sono i tuoi generi preferiti?
Dunque thriller, saghe familiari, romanzi storici, ultimamente mi sto avvicinando agli young adult che ho scoperto proprio tramite il blog, ma direi che leggo di tutto a seconda dell'umore e dell'ispirazione del momento.
8. Nello scorso anno hai letto un romanzo che ti ha lasciato il segno più di altri, sia in positivo che in negativo? Se sì, quale?
Dunque il libro che più mi ha colpito nel 2012 in realtà non è proprio un romanzo. Si tratta di Nelle terre estreme di Jon Krakauer, la storia di Christopher McCandless e del suo straordinario viaggio in Alaska. Krakauer mi ha rubato il cuore è un narratore eccezionale oltre che un biografo, in questo caso, attento e preciso. Dal libro è stato tratto anche un bellissimo film “Into the wild” per la regia di Sean Penn.
9. Ho visto il provino del film e avevo intenzione di vederlo da tempo (devo provvedere), ma a questo punto mi hai incuriosita con il libro: le biografie, quando ben scritte, riescono ad essere interessanti quanto un ottimo romanzo, quindi terrò presente questo titolo.
Quando scrivi una recensione cerchi di dare un giudizio obiettivo o preferisci basarla più sulle emozioni che il libro ti ha suscitato?
Be' direi tutte e due; cerco di essere al massimo obiettiva riguardo allo stile, alla scrittura ma se un libro non mi dà emozioni per quanto scritto in maniera impeccabile è un punto a suo sfavore ovviamente. Credo che uno dei valori fondamentali della letteratura sia proprio quello di far vivere al lettore mille emozioni, aprirgli la porta ad altre vite e altri mondi e se non lo fa, quel libro non ha raggiunto il suo scopo.
10. Giustissimo. Visto che siamo nel mondo dei libri, vorrei citarti 2 tra le saghe più famose e lette degli ultimi anni: se ti dico Harry Potter e Twilight, tu cosa mi rispondi?
Qui mi vedrò sommersa dalle critiche, ma io non ho mai letto Harry Potter, forse sono stata prevenuta; ho amato talmente tanto il fantasy delle origini (Tolkien in primis) che temevo di rimanere delusa In realtà mi devo ricredere: tutti parenti e amici, lo hanno amato quindi dovrò colmare la lacuna! Twilight invece l'ho letto tutto perché il primo volume mi è stato regalato da un'amica. Dunque sono impazzita totalmente per Twilight, ma poi via via il mio furore è andato scemando con il proseguire della saga fino alla delusione totale di Breaking Dawn che non mi ha esaltata per niente.
11. Devi proprio recuperare con la lettura di Harry Potter, resti un delle poche a non averlo letto! Anch’io amo Tolkien, ma quello della Rowling è un mondo completamente diverso che mi ha totalmente rapita con la sua magia, come a tanti altri prima di me: quindi te lo consiglio caldamente! Di Twilight i effetti anch’io, se dovessi stilare una classifica di gradimento, metterei all’ultimo posto Breaking Dawn. Ma tornando a te, hai avuto molte soddisfazioni dal tuo blog? Ti aspettavi che questo “universo” fosse così popolato?
Ho avuto grandi soddisfazioni proprio per avere avuto il modo di creare un angoletto tutto mio, che parlasse  di libri e anche un po' di me, ma soprattutto per aver potuto conoscere così tanti appassionati! Non lo credevo davvero! Tutti a dire che in Italia non si legge e invece guarda un po' quanti siamo e quanto entusiasmo abbiamo!!!
12. Troppo Vero! Per concludere dacci un bel consiglio di lettura: il libro (non necessariamente recente) che non dobbiamo proprio perderci?
Uff, la lista sarebbe infinita, Jane Austen, Tolstoj, Tolkien... ma vorrei spezzare la lancia per un classico italiano che amo dai tempi dell'università. Sulle prime potrà sembrare un po' ostico, una scrittura un po' arcaica, ma contiene a mio parere tutte le cose più belle che hanno fatto la storia del nostro paese, nonché il personaggio femminile più accattivante della letteratura italiana: la “Pisana”. Sto parlando de Le confessioni d'un italiano di Ippolito Nievo.

Qui mi prendi in contropiede perché purtroppo non ho un gran rapporto con i classici… anzi, diciamo che non ho nessun rapporto XD
Comunque, grazie cara per l’intervista! Ti faccio 28 mila auguri per il tuo blog e ti passo il testimone per la prossima tappa della BBH.
E con questo direi che l’intervista è conclusa. Avete capito quale numero dovete segnarvi da questo post? Mi raccomando prendete nota dei numeri preferiti di ogni intervista per poter partecipare al giveaway finale!
Prima di salutarvi, volevo ricordarvi la prossima tappa: domani non perdetevi l’intervista pubblicata proprio sul blog Libri in Pantofole.
E adesso non manca più nulla, quindi passo e chiudo :)

11 commenti:

  1. Sono d'accordo con Barbara quando dice che uno dei valori fondamentali della letteratura sia quello di far vivere delle emozioni al lettore! uno scrittore può decidere di scrivere per le più svariate ragioni, ma se con il suo libro è riuscito a suscitare una qualche emozione nel lettore , allora può considerare raggiunto il suo obiettivo, perchè si scrive proprio per comunicare qualcosa a qualcuno che sia disposto ad ascoltare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante! Alla fine noi lettori la maggior parte delle volte leggiamo un libro alla ricerca di emozioni... se non ne troviamo, il libro letto sarà presto dimenticato ^^

      Elimina
  2. Grazie ancora per l'intervista Lorenza! E sì mi metterò in pari con Harry Potter!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Sono curiosa di scoprire se HP conquisterà anche te ^^

      Elimina
  3. Un'altra bella intervista! Barbara, non è mai troppo tardi per iniziare la saga di Harry Potter! Dalle una chance! :)

    RispondiElimina
  4. Bellissima anche questa intervista. Sono d'accordo con Jerry nel dire che l'ultimo libro della saga di Twilight è pessimo, mentre sono molto sorpresa che lei non abbia mai letto un libro di Harry Potter, neanche per caso. Davvero strano,ma spero che rimedierà per essere affascinata da que mondo come me.

    RispondiElimina
  5. Ma quanti bei blog che scopro con questa iniziativa! Complimenti a entrambe per l'intervista, molto carina =) Sono pienamente d'accordo con Barbara/Jerry sul fattore "italiani e libri". Dicono tutti che noi italiani non leggiamo però in rete ho scoperto un mondo intero di lettori e ora che ci penso ogni volta che metto piede in una libreria non la trovo mai vuota, anzi! fra gli scaffali si aggira sempre un sacco di gente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo... È stato lo stesso anche per me :-)

      Elimina
  6. Un'intervista un po' diversa da quelle che ho letto fino ad ora, forse anche per il genere di libri leggermente diverso della nostra intervistata :)
    Comunque leggila la saga di Harry Potter, è davvero qualcosa di speciale, per nulla paragonabile ai film, che sono si realizzati bene, ma davvero... non c'è proprio paragone ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione sui film di HP... ma è sempre difficile trovare film all'altezza di romanzi così belli ^^

      Elimina
  7. Bella intervista! I miei generi preferiti sono il distopico e lo young adult. Ho letto che tu ti stai avvicinando a questo mondo. Spero che riesca a stregare anche te!

    RispondiElimina