martedì 30 aprile 2013

Book Blogger Hunt - 2° edizione

<a href="http://sentimentitralepaginediunlibro.blogspot.com/2013/04/book-blogger-hunt-post-introduttivo.html" target="_blank"><img src="http://1.bp.blogspot.com/-1D7UvIyb4Mw/UXlN8dJdCsI/AAAAAAAABQ0/j9ZGZlmBDMI/s320/bbh.png"></a>
Ciao a tutti followers! Oggi vi voglio parlare di un’iniziativa molto carina che sta per prendere il via e che sicuramente avrete già notato anche su altri blog. Si tratta della seconda edizione della BOOK BLOGGER HUNT, a cui quest’anno partecipa anche I Libri di Lo.
L’iniziativa è stata organizzata da tre blogger: Bliss Silverleaf di Libri per passione, Denise di Reading is Believing e Juliette di Sweety Readers. L’obiettivo principale è quello di dare maggiore visibilità ai blog letterari, e di approfondire la conoscenza tra noi, come blogger e come lettori. All’edizione di quest’anno partecipano moltissimi blog che vi faranno rimbalzare da uno all’altro secondo una tabella di interviste e post già programmati, permettendovi di conoscere nuovi angolini letterari o di scoprire qualcosa in più sui blogger che già conoscete.
Ma non è tutto qui! Già, perché alla fine della BBH ci saranno tre giveaway  (uno per ogni percorso della BBH) con un sacco di premi in palio per i lettori che avranno seguito il percorso fino a li. Quindi cosa aspettate?
Ma vediamo un po’ più nel dettaglio di cosa si tratta.
La BBH partirà il 01 Maggio e durerà un paio di settimane. Si svolgerà su tre percorsi diversi, uno per ognuna delle organizzatrici. Nel percorso di Bliss (a cui partecipo anch’io) sono coinvolti ben 28 blog che si avvicenderanno in una serie di interviste con caccia al giveaway finale. Le interviste sono già accuratamente programmate e sul post intruduttivo di Bliss potrete trovare l’elenco completo per non perdere nessuna tappa. Mentre nei percorsi di Juliette e Denise troverete dei post con argomenti random -comunque inerenti al mondo dei blog e dei libri- accuratamente scelti e curati da blog già avviati da tempo.
Alla fine la Book Blogger Hunt può essere considerata come una simpatica caccia al tesoro, in cui il tesoro ovviamente sarà costituito dai premi finali… rigorosamente librosi!
Forse a questo punto vi sembrerà tutto molto complesso, ma non è così: si tratta solo di seguire percorsi già programmati, visitare qualche blog (scoprendone magari alcuni che non conoscevate) e tentare di vincere. Per permettervi di farvi un’idea più chiara vi lascio i collegamenti ai tre post introduttivi delle organizzatrici, dove è tutto spiegato molto più nel dettaglio:

Post introduttivo di Bliss, Libri per passione;
Post introduttivo di Denise di Reading is Believing;
Post introduttivo di Juliette di Sweety Readers;

Non siete obbligati ovviamente a seguire tutti e tre i percorsi: potete sceglierne anche soltanto uno,  perché ciascuno di loro vi condurrà (attraverso gli indizi sparsi per i vari post del percorso stesso) ad un diverso giveaway finale. A questo punto potete esporre il banner  - il codice che trovate nel mio post vi rimanda ovviamente al percorso di Bliss - e condividere dove preferite questa iniziativa… come sempre, più siamo, meglio è.
E ora, sperando di non aver dimenticato nulla, passo e chiudo :)

lunedì 29 aprile 2013

Dusty Readings #6 - Rovine di Scotth Smith

Anche questo mese sono riuscita tra le varie letture ad infilare un libro polveroso per questa rubrica, come mi ero riproposta all’inizio dell’anno. Il romanzo di oggi è un horror che ho letto più di 5 anni fa, precisamente nel 2007, e che ho scoperto per puro caso. Già allora (in realtà da molto prima!) ricevevo trimestralmente il catalogo Euroclub da cui fare obbligatoriamente un ordine: quel trimestre non avevo trovato nulla che conoscessi e che volessi leggere da ordinare, così mi sono messa a scorrere le trame una per una e mi sono lasciata attirare proprio da questo. È proprio vero che a volte gli acquisti fatti a caso sono i migliori ed è stato così anche per questo romanzo. I dati che vi metto di seguito sono dell’edizione originale di Rizzoli (la mia era l’edizione Euroclub ovviamente):
ROVINE di Scott Smith
Editore Rizzoli (2007)
Pagine 444
Euro 18,50
(9,60 è invece il costo del paperback ancora in vendita sugli store on line)
TRAMA:
IMMAGINA IL MESSICO.
Una vacanza da sogno, tra mare, sabbia, tequila e tramonti da cartolina.
Immagina un’avventura tra amici, sulle tracce di un giovane scomparso nel nulla. La fatica, il caldo, gli insetti, la foresta sempre più impenetrabile.
Immagina di avere, a un tratto, paura. Perché qualcuno ti osserva, ti segue. E inesorabile ti spinge verso l’abisso.
IMMAGINA DI ESSERE IN TRAPPOLA.
Allora sarai un animale che lotta per la salvezza. Contro tutti, senza regole, senza certezze, senza pietà. A tredici anni dallo straordinario successo di Un piano semplice, Scott Smith torna a sedurre i lettori con un thriller psicologico intricato e crudele, assolutamente perfetto. Un viaggio solo andata per l’inferno, con vista panoramica sull’orrore che è dentro ciascuno di noi.
VOTO:

La prima volta che ho letto Rovine non sapevo bene cosa aspettarmi, ma la lettura si è presto rivelata ipnotica tanto che non riuscivo a staccarmene fino a notte fonda!
Chiedo scusa fin da ora, ma per parlarvi di questo titolo alcuni SPOILER sono inevitabili.

Immagine presa dal film

Come vi ho anticipato all’inizio si tratta di un horror, di quelli in piena regola, ma quello che lo distingue da tanti altri del genere è il mostro che la fa da padrone: una pianta! Una pianta capace di riprodurre suoni e voci, capace di muoversi, catturare, stringere, soffocare, mangiare; una pianta dotata addirittura di una mente sadica e di un’intelligenza tale da creare diversivi e trappole per attirare gli sventurati visitatori tra i suoi letali viticci. Un mostro che in poche pagine avrebbe potuto mangiarsi tutti i protagonisti, ma li porta quasi alla follia, torturandoli con i suoi giochetti perversi, togliendo loro le speranze di sopravvivere poco alla volta.
Spiaggia del Messico
I personaggi sono principalmente sei, due ragazze e quattro ragazzi: abbiamo due copie (Amy e Jeff, Stacy e Eric) che erano in vacanze in Messico insieme, un tedesco di nome Mathias arrivato lì col fratello (che lo ha abbandonato per seguire una ragazza), e un greco che si fa chiamare Pablo (anche se in realtà il suo nome è Dimitri) che non parla la lingua di nessuno degli altri del gruppo. I ragazzi si sono conosciuti durante le vacanze e in una malaugurata mattina decidono di accompagnare Mathias a cercare il fratello agli scavi Maya dove ha raggiunto la ragazza dei suoi sogni. Unica indicazione una mappa disegnata a mano che i malcapitati seguiranno, malgrado gli ostacoli incontrati lungo il cammino, fino ad arrivare.. all’inferno! Non letteralmente, si capisce, ma la collina maya ricoperta di questa bellissima pianta verde con fiori di un rosso acceso nasconde una minaccia incontrastabile. Persino i Maya del villaggio lì vicino conoscono la portata di questa minaccia, e saranno proprio loro ad impedire ai ragazzi di fuggire da quella trappola mortale, costringendoli ad affrontare le proprie paure, che andranno aumentando di pagina in pagina. Le cose iniziano subito ad andare male e da lì fino alla fine non faranno che peggiorare!

domenica 28 aprile 2013

SegnaLo #28 - Anteprima di "L'ultimo respiro per la redenzione" di Liliana Marchesi

La segnalazione di oggi è di tipo un po’ diversa dal solito, perché per leggere il romanzo oggetto di attenzione dovrete aspettare ancora un pochino (si ventila settembre, ma speriamo arrivi anche prima!), ma dalla mezzanotte del 30 Aprile 2013 avrete la possibilità di leggere i primi 5 capitoli sul sito dell’autrice (QUI). Liliana Marchesi mi ha permesso di leggerli in anteprima e io non potevo certo sottrarmi a questo “gravoso onere” per potervi dire in anteprima cosa ne penso e già stamattina a colazione li ho divorati insieme ai biscotti.
Si tratta del volume conclusivo della trilogia paranormal romance che ruota intorno al peccato originale e all’insolita e intrigante interpretazione che ne da l’autrice. Se avete letto e amato i primi due volumi della Trilogia del Peccato (L’origine del peccato e L’innocenza del peccato) e state aspettando di scoprire l’epilogo, nell’attesa potete stuzzicare la vostra curiosità con questi 5 capitoli.
In più sul sito ho anche trovato un’iniziativa molto carina: si chiama “Pioggia di pensieri” e dà la possibilità di scrivere via mail o sulla pagina facebook (QUI) una frase, un pensiero o un’emozione che vi lega alla trilogia e di vederla pubblicata sul capitolo finale!

L’ULTIMO RESPIRO PER LA REDENZIONE
Di Liliana Marchesi
(dati e trama sono ancora “fantasmi”)
Adoro le cover di questa trilogia!


A questo punto manca solo il mio pensiero su quanto ho letto: se la prima settantina di pagine è indicativa di quello che l’autrice ci ha riservato in questo capitolo finale, il romanzo si è già guadagnato 4 GUFI grassi e sorridenti, che potrebbero sempre aumentare o diminuire (anche se ho dei seri dubbi in merito a quest’ultima ipotesi)!
L’ultimo respiro per la redenzione riprende la narrazione senza alcun salto temporale (come era successo tra i primi due volumi). L’azione riparte da dove si era interrotta con Evangeline e Adam prigionieri di Lilith e Kath portata in salvo nel regno fatato della regina Satin da suo padre Mael e il jinn Nimue. Nelle prime pagine Liliana Marchesi ci regala un’interessante rivisitazione del famigerato Jack lo squartatore, mentre nelle successive non fa che rivelarci un sacco di dettagli importanti, su cui finora avevamo potuto solo fare delle supposizioni. Se questo è il tenore di tutto il romanzo mi viene da dire solo una cosa “Liliana, ti prego! Pubblicalo il prima possibile!!!”.
Già perché adesso che sono arrivata a questo punto… vorrei poter arrivare fino alla fine e invece mi tocca aspettare e voi con me! Ma fidatevi, anche se è un pochino masochistico assaggiare una portata che non potete ancora gustarvi fino in fondo, ne vale la pena.


E per finire vi metto anche il booktrailer... mi auguro funzioni perchè è la prima volta che provo a incorporare il codice sul post (Youtube si rifiutava di trovarmelo con la ricerca normale... Grrr!).
Aspettate anche voi questo epilogo?
Io per oggi passo e chiudo :)



From Cover To Cover #34

From Cover To Cover è la rubrica a scadenza settimanale (postata di domenica) che ho ideato per soddisfare il mio amore per l’arte delle copertine di libri.

Oggi di nuovo una saga protagonista dell’appuntamento con le cover. Si tratta della Yara Silva Trilogy di Lani Woodland (non sto a dirvi che in Italia è inedita). Vi posto solo i primi due volumi della serie perché il terzo libro, dal titolo “Inevitable”, è previsto per fine settembre 2013 e la cover non è ancora disponibile. Le prime due copertine mi piacciono moltissimo, in particolar modo la prima.

Intrinsical (Agosto 2010)
TRADUZIONE DELLA TRAMA:
La sedicenne Yara Silva ha sempre saputo che i fantasmi camminano tra i vivi. Sua nonna, come le altre donne della sua famiglia, è una Waker, qualcuno che può vedere e comunicare con i fantasmi. Yara è cresciuta guardando la nonna schernita e disprezzata per questa capacità insolita e non vuole che questo sia anche il suo futuro. Ha temuto il giorno in cui anche lei avrebbe visto fantasmi, ed è sollevata dal fatto che il gene Waker, solitamente dominante, sembri averla saltata, lasciandole vivere una normale vita da adolescente. Tuttavia, tutto ciò cambia per Yara il suo primo giorno in una scuola d'élite quando scopre che il gene era solo assopito. Lei assiste ad un attacco a Brent, un bel compagno di scuola, da parte di una nebbia scura e lei si precipita in suo soccorso. Il suo atto di eroismo richiama l'attenzione della nebbia, e lo spirito oscuro inizia a perseguitarla. Yara si ritrova invischiata in una maledizione vecchia di 60 anni che perseguita la scuola, minacciando non solo la sua vita, ma la vita dei suoi amici più intimi. Yara si rende conto ben presto che il passato che stava cercando di dimenticare, non ha intenzione di andarsene tranquillamente.
Voto Goodreads: 4

Indelible (Settembre 2011)
TRADUZIONE DELLA TRAMA:
Yara sta cominciando a capire quanto la sua vita cambierà ora che le sue capacità di Waker sono emerse. Lei è venuto a patti con il fatto che vedere fantasmi è parte della sua vita, ma non è pronta a lasciare che essere una Waker determini tutte le sue scelte. Tutto quello che vuole è un anno di liceo privo di fantasmi con il suo fidanzato, Brent, e la sua migliore amica, Cherie. Ma Yara presto scopre che ci sono segreti più oscuri nella storia della sua scuola che non solo la maledizione che ha rotto. Mentre un fantasma arrabbiato fa mettere in dubbio a Yara tutto ciò che pensava di sapere degli spiriti, lei e Brent imparano che ci sono conseguenze di vasta portata per le avventure dello scorso anno. Quando arrivano nuovi nemici e vecchi fantasmi riaffiorano, Yara si ritrova al centro di un altro mistero mortale, e questa volta deve fare i conti con i vivi e i morti.
Voto Goodreads: 4

E delle cover di questa settimana cosa mi dite? E la saga in sé, vi ispira? Tutto sommato, le idee alla base non sembrano originalissime, ma questa trilogia rientra nel genere che leggo volentieri!
Anche per oggi, passo e chiudo :)

sabato 27 aprile 2013

Weekly Summary #35

Weekly Summary è la rubrica dal blog ispirata dalla rubrica Clock Rewinders On A Book Binge (ideata dai blog On a Book Bender   e 25 Hour Books), ma che io in realtà ho trovato sul sito Storie Dentro Storie
La rubrica verrà postata ogni Sabato (salvo imprevisti) ed è, come dice il titolo, un RIASSUNTO SETTIMANALE di quello che è successo sul mio blog e nella blogsfera. A questo,  senza uno schema fisso, si possono aggiungere new entry nella mia libreria, citazioni, film visti o canzoni sentite… insomma qualunque cosa che abbia influenzato la settimana appena trascorsa!

SUL BLOG I LIBRI DI LO:
·         Nuove cover per la mia collezione;
·         Ho dato il via ai festeggiamenti per il primo anno del blog che si avvicina, creando per voi un Giftaway all’insegna del made in Italy con 5 romanzi di autrici italiane che aspettano un nuovo proprietario ^_^
·         E ho scritto purtroppo una solo recensione, per fortuna molto positiva: Aegyptiaca di Dean Lucas;
Segnalazioni e anteprime:
·         Come un batter d’ali di Mew Notice;
·         La maledizione di Ondine di Valentina Barbieri;
·         Due nuove uscite per Sperling & Kupfer
ALTROVE NELLA BLOGSFERA:
Questa settimana ho navigato davvero poco, quindi non sono riuscita a segnarmi i post interessanti che di solito condivido con voi :(
·         Ci tenevo però a segnalarvi l’inizio della seconda edizione della Book Blogger Hunt (a cui quest’anno parteciperà anche il mio blog) un’iniziativa ideata da Juliette di Sweety Readers, Bliss di Libri per passione e Denise di Reading is believing, che ha lo scopo di far conoscere meglio i blog letterari ai follower o meglio ancora di favorire la socializzazione tra tutti i partecipanti… ma ovviamente ci saranno anche premi librosi alla fine del percorso! Per saperne di più e scoprire come funziona potete dare un’occhiata ai post introduttivi delle tre organizzatrici, semplicemente cliccando sui loro nomi qui sopra.
·         E sempre opera di Denise, un nuovo Gruppo di Lettura ha aperto le iscrizioni: questa volta si legge Never Sky di Veronica Rossi;
NEW ENTRY:
Questa settimane tris di new entry, due cartacei (uno scambio e un autoregalo) e un ebook inviatomi dall’autrice:
La lettrice bugiarda di Brunonia Barry
Le streghe di Salem di Rob Zombie
La maledizione di Ondine di Valentina Barbieri
C’È ALTRO?
Volevo prima di tutto dare il benvenuto ai nuovi followers di questa settimana, visto che non ne ho ancora avuto l’occasione… non so come questa settimana è volata via senza che riuscissi a dedicare al mio angolino virtuale il tempo che gli dedico solitamente! Forse la colpa è della festa infrasettimanale! Voi avete fatto qualcosa di bello il 25 aprile? Io sono andata con la mia dolce metà a Grazzano Visconti (PC) un paesino medievale in cui si può entrare solo a piedi dove ci sono un sacco di negozietti di artigianato e di articoli particolari dove ho ricevuto un bellissimo regalo che volevo condividere con voi:
per una volta non si tratta di un libro, ma se conoscete la mia passione per Il signore degli anelli, potete capire quanto mi sia emozionata quando il mio tenerone è uscito da un negozietto stipato di articoli dedicati proprio al capolavoro di Tolkien con la scatolina che vi mostro sotto nella foto XD
E con questo mi tocca salutarvi per questa settimana, promesso che la prossima cercherò di essere più presente. Passo e chiudo :)

Recensione "Aegyptiaca" di Dean Lucas


Editore Mamma Editori
Pagine 480
Euro 9,80
Formato brossura
TRAMA
Delphi è la prescelta, poiché sul suo corpo è inciso il futuro degli uomini. Gavri'el è il prescelto, poiché è destinato a trovare il Bastone di Adamo. Sargon è il prescelto perché è l'erede del regno di Akkad, Matunde è il prescelto perché è il gigante nero dell'impero nubiano. Babu non è un prescelto, è solo un nano impertinente e pavido. Lei invece è la Sfinge, altera e bellissima. La creatura più preziosa dell'universo. Sullo sfondo di un mondo antico e misterioso, oltre le porte del tempo, un viaggio e la lotta contro un male che affonda le proprie radici nella Genesi. Un viaggio che ha come meta la salvezza dei Figli dell'Uomo.

VOTO:

Oggi voglio parlarvi di un romanzo che vi ho presentato non molto tempo fa QUI. Per quanto il nome d’arte dell’autore possa trarre in inganno, si tratta idi un’opera italiana, scritta da uno scrittore con una vagonata di talento! Sì, perché Aegyptiaca è davvero un romanzo speciale. Se avessi letto la trama di questo libro in libreria, probabilmente non avrei deciso di approfondire la conoscenza, pensando non fosse il mio genere: quindi immaginatevi lo stupore quando ho scoperto cosa mi sarei persa!
Ero partita nella lettura un po’ timorosa perché, per quanto sia sempre stata affascinata dall’antico Egitto, personalmente riscontro in genere qualche difficoltà ad immedesimarmi in storie ambientate in un’epoca così distante dalla nostra (che è anche il motivo per cui i romanzi storici non rientrano tra le mie letture).
In più se ci aggiungiamo la corposità dell’opera (quasi 500 pagine), la complessità della trama e una lista di personaggi che sembra ingarbugliare ancora di più il tutto, potete capire se vi dico che temevo di metterci un’eternità a leggerlo. Invece, ora che l’ho finito, mi rammarico di averci messo così poco!
Aegyptaca mi ha talmente rapita da avermi fatto completamente tralasciare le altre letture, cosa che non mi capita spesso.
Sul sito dell’autore vengono presentati i personaggi principali così:
Delphi era solo una bambina quando una creatura antica quanto il mondo incide il suo corpo come fosse una stele. In quei simboli è possibile leggere il futuro dell’Uomo, poiché quei segni sono la scrittura degli Dei.
Sargon è un guerriero che fugge dal proprio passato. Chi era prima di incontrare Delphi non ha più importanza: ha attraversato il Tigri e l’Eufrate, ha solcato i mari, ha superato i deserti per trovarla. La sua spada è ora al servizio della missione di Delphi. Sargon non sa che sarà il passato a trovare lui.
Gavri’el ha sempre creduto di essere l’unico figlio di una famiglia di nemeh, poveri contadini che vivono in case di fango e argilla sulle rive del Nilo. Non sa che le profezie parlano di lui. Non sa che è nato per brandire l’arma più potente di quel mondo. Non sa che il proprio destino non si può scegliere. Non sa nemmeno che Tary, la giovane hyksos di cui è innamorato, non aspetta altro che ricambiare i suoi sentimenti.
Metà egizia, metà di sangue hyksos, Tary è figlia del nobile Ephepi. Dolce e coraggiosa, ha paura di mostrare se stessa a Gavri’el: lo ama ma è troppo orgogliosa per ammetterlo. Quando per la sua famiglia ogni cosa sembrerà perduta, dovrà fare appello a una forza che nemmeno lei sa di possedere pur di non tradire il segreto di Gavri’el.
La Sfinge è la bellissima e altera dea di Giza. Irascibile, orgogliosa, vanitosa: lei stessa si definisce come la cosa più preziosa di quel mondo. Il sangue che le bagna spesso i vestiti è soltanto quello dei suoi nemici.
Comandante delle Guardie nubiane della Sfinge, Matunde è un gigante buono pronto a tutto per la sua regina. La sua forza è pari soltanto all’incredibile coraggio che gli permette di affrontare ogni sfida, anche la più impossibile.
Tutto vero.. ma la vera sostanza di queste persone di fantasia la si scopre solo leggendo. Tutti loro sono eroi, ciascuno a modo suo; tutti hanno quella che io chiamo tridimensionalità ed è talmente decisa da averli trasformati tra le mie mani da nomi sulla carta a persone reali. Tutti, nessuno escluso, mi hanno emozionata profondamente e inaspettatamente, persino il piccolo nano Babu.
Piramide di Cheope
Mi è già capitato di incontrare personaggi  che restano nel cuore, ma mai mi era successo di trovarne così tanti in un unico romanzo. Tutti i protagonisti riescono a toccare l’anima di chi legge, ma persino alcuni personaggi con parti meno importanti hanno lasciato il segno del loro passaggio nel bene o nel male.
La Dea, la Sfinge di Giza, questa immortale bellissima e superiore ad ogni altro essere vivente è una delle creazioni migliori di cui abbia letto.
 E vogliamo parlare della storia?
Originale e incredibilmente complessa: coinvolge tantissimi personaggi le cui vicende e destini si intrecciano e si ingarbugliano, e ogni passo avanti svelerà qualcosa di nuovo che contribuirà a incasinare (si può dire?!?) il tutto. Un impero di complessità che parte addirittura dalle origini, da Adamo ed Eva, per arrivare fino al “presente” della narrazione!
Vi sto spaventando? Fidatevi, non ce n’è bisogno perché io non ho avuto nessun problema a mettere insieme i tasselli, quasi come fare un puzzle con i pezzi numerati!
Sfinge di Giza
Ma non è certo la facilità con cui ci si orienta in questo labirinto di informazioni ed eventi presenti e passati a rendere questa storia straordinaria, bensì il modo in cui riesce a legare al sé il lettore: non riuscivo mai a decidermi a smettere di leggere perché volevo sapere di più! “Tornare” dall’Egitto creato da Dean Lucas era ogni pagina più difficile.
Ci sono tantissimi sentimenti che emergono nella narrazione dai più nobili (amore, sacrificio, altruismo) ai più gretti (odio, crudeltà, sadismo, egoismo, avidità ) e sono tutti rappresentati egregiamente.
I richiami agli usi e alle credenze dell’antico Egitto e le ambientazioni danno vita ad uno scenario davvero bello: un quadro dai colori e dagli odori vividi, come un viaggio nel tempo.
PER QUANTO CHI TI AMA CERCHI DI PROTEGGERTI DALLA SOFFERENZA, ESSA FA PARTE DELLA VITA, CUCCIOLO DI UOMO, NON POSSIAMO SFUGGILE PER SEMPRE… ORA CHE CONOSCI IL DOLORE, STA A TE ARRENDERTI OPPURE VINCERLO COSA SCEGLI…?
Ma quello che più di tutto mi ha colpita di questo romanzo sono tutte le emozioni che mi ha fatto provare.
Anubi
(poteva forse mancare?)

 A parte il coinvolgimento che è stato praticamente immediato, fin dalle prime pagine ho provato anche sensazioni che non avrei mai creduto di trovare in questo libro: prima tra tutte la commozione, in più di un’occasione e di gradi diversi, dal groppo in gola alla vera lacrimuccia che sfugge inattesa. L’autore è talmente bravo a premere i “tasti” giusti che mi sono commossa persino per la morte di un cammello… ed è stato in quel momento che ho capito di essere davanti ad uno scrittore di grande sensibilità (cosa che mi aspetto magari più facilmente in un’autrice e che, lo ammetto, in questo caso mi ha presa in contropiede). Ma ho provato anche rabbia, sconforto, esaltazione, voglia di sorridere.
C’è una scena che precede una battaglia talmente intensa da avermi fatto venire una pelle d’oca assurda, come mi capita solo quando vedo Il signore degli anelli. Non è un caso che citi il capolavoro di Tolkien, perché qualcosa nella struttura di Aegyptiaca me lo ha ricordato ed è un altro punto a suo favore.
Come avrete notato, non vi ho raccontato nulla della trama, ma sarebbe davvero impossibile evitare gli spoiler e poi trovo che sia giusto lasciarvi affascinare pagina dopo pagina come è successo a me, perché Aegyptiaca è troppe cose per farne un riassunto: è una storia d’amore, ma non solo! Una storia di conquista, ma anche una storia di perdita e di sacrificio! È una storia sull’ineluttabilità del destino, una storia di riscatto e una storia di vendetta. È una storia fatta di tante storie, una più bella dell’altra.
NON MI IMPORTA SE MI AMI OPPURE NO, SE VIVRÒ O MORIRÒ. NEL REGNO DEI VIVI O IN QUELLO DEI MORTI, IO AMERÒ PER SEMPRE SOLO E SOLTANTO TE.
Certo, a questo punto non ho bisogno di dirvi che sono entusiasta di questo romanzo! Anzi mi auguro nel mio entusiasmo di non aver scritto in maniera troppo confusa… più scrivo, più mi rendo conto che potrei scriverne un poema senza difficoltà!
Ma in realtà quello che voglio è solo darvi un consiglio: lasciatevi tentare senza timore da questa epopea e tufatevi in questo Egitto permeato di magia e di mostri, dove tutto può accadere.
Questo libro è una lettura per chiunque, non riesco ad indirizzarlo solo ad alcuni, perché sono certa che ogni lettore ci troverà qualcosa in grado di emozionarlo.
Da parte mia non posso che attendere il seguito e per una volta sono davvero contenta che ce ne sia uno, anche se temo che non ritroverò tutti i personaggi a cui mi sono affezionata, ma sicuramente ce ne saranno altri, altrettanto affascinanti (uno di essi fa solo brevi comparse in questo primo volume, ma nell’epilogo si scopre che il passato che si porta sulle spalle è enorme, così come il futuro che lo attende… ovviamente non vi rivelerò mai il suo nome XD).
A questo punto mi auguro solo di avervi un po’ contagiato con la mia euforia e non mi resta che salutarvi.
Passo e chiudo :)

venerdì 26 aprile 2013

SegnaLo #27 - La maledizione di Ondine di Valentina Barbieri

Oggi voglio segnalarvi un libro made in Italy che forse molti di voi avranno già sentito nominare. È il primo volume della trilogia “I guardiani dei portali”, una saga urban fantasy, paranormal romance che parla di fantasmi e fenomeni paranormali. Il secondo volume è previsto per l’autunno/inverno di quest’anno, mentre del primo è già iniziata la traduzione in inglese  (perfida soddisfazione di essere i primi a leggere il romanzo, mentre aspettiamo tante traduzioni in italiano…muuaaahahah!).
Il libro è disponibile in formato digitale su tutti i maggiori book store on line, ma potete trovare anche il cartaceo su Amazon, Ibs e La Feltrinelli al costo di euro 12,00 (ora in offerta a 10,20 sugli ultimi due store).

LA MALEDIZIONE DI ONDINE
Di Valentina Barbieri
Editore editore
Pagine 280
Euro 1,99 (ora in promozione su Amazon a 0,98 euro!)
TRAMA: Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi.
Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all’amico Francesco, indaga su eventi paranormali.
La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dall’Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo.
Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l’ultima discendente della famiglia a capo dell’Ordine.
Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l’Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile.
“Quando attraversi le porte che separano il mondo dei vivi da quello dei morti,
devi essere sicura di poter tornare indietro…”
Chi sono i Guardiani dei Portali e perché l’Ordine si è sciolto dopo la seconda guerra mondiale? Cosa si nasconde dentro la dimora di Hasdeu, filosofo e politico romeno della fine dell’800?
Come si sconfigge chi è già morto?

L’autrice:
Valentina Barbieri. Ha pubblicato un racconto, “Arèl”, nell’Almanacco Fantasy di Lettere Animate.

Curiosità:
Alcuni dei fenomeni paranormali citati sono reali: la metafonia, ovvero le voci impresse su registratori o radio, è stata a lungo indagata da scienziati e ricercatori dell’occulto. Il castello di Hasdeu in Romania è monumento nazionale e secondo i documenti dell’epoca fu costruito sotto le indicazioni di Iulia Hasdeu, morta sei mesi prima. La giovane continuava a comunicare dall’Aldilà con il padre.
Sul sito http://lamaledizionediondine.wordpress.com/ potete trovare oltre alle informazioni sul libro anche tanti post interessanti sui fenomeni paranormali e altri dettagli presenti nel romanzo.
Prima di chiudere la segnalazione non poteva mancare il booktrailer, ma blogger ha deciso di non farmelo caricare (grrr!), quindi ve lo condivido sulla pagina fb del blog.
Io non vedo l’ora di iniziare questa lettura. Sono riuscita a incuriosire anche voi?
Passo e chiudo :)

martedì 23 aprile 2013

1 anno con I Libri di Lo: GIFTAWAY!!!


Allora, eccomi qui!
Come vi avevo anticipato sabato nel riassunto settimanale il mio primo compliblog si avvicina e quasi non mi sembra vero sia già passato così tanto!
Per quanto riguarda i ringraziamenti e le riflessioni sdolcinate aspetterò il giorno esatto in cui il blog compie un anno, ossia il 02 Maggio.
Oggi invece voglio dare il via alla sorpresina che ho preparato per ringraziarvi di avermi seguito fino a qui… avrei voluto fare qualcosa di speciale, ma purtroppo lavoro e vita off-line mi hanno lasciato meno tempo di quanto sperassi, quindi per questa volta si tratterà di qualcosa di molto semplice: la prossima volta vedrò di iniziare a progettare con aaaaaampio anticipo XD
Ma andiamo al sodo!
Per festeggiare con voi questa ricorrenza per me molto importante ho deciso di regalare a cinque fortunati, altrettanti romanzi. Si tratta di opere di autrici italiane con cui avevo precedentemente avuto contatti e che sono state così carine e gentili da mettere  a disposizione di voi follower una copia autografata dei loro libri. Ho fatto questa scelta perché in quest’ultimo anno la narrativa italiana è stata per me la più grande sorpresa: dopo averla ottusamente ignorata per anni, riponendo scarsa fiducia nei nostri autori, il blog mi ha dato l’opportunità di ricredermi, ampliando di molto i miei orizzonti da lettrice compulsiva.
Ecco quindi i regali che ho preparato per voi (se cliccate sui titoli sotto le immagini verrete mandati alla relativa recensione in modo da farvi un’idea in caso non li conosciate), sono tutti romanzi che ho letto personalmente e che mi sono piaciuti tantissimo:

PETALI DI SANGUE di Emma K. Clarke
L’ORIGINE DEL PECCATO di Liliana Marchesi
A SCUOLA CON PORTAMENTO di Antonella Sgueglia
ALIS GRAVE NIL di Barbara Schaer
(di questo non esiste il cartaceo, ma anche l’ebook sarà autografato… ebbene sì, non lo sapevo, ma si può fare anche questo!)

L’unica cosa che dovete fare per partecipare alla “festa” è commentare questo post, scrivendo le vostre preferenze tra i romanzi di cui sopra e lasciando un indirizzo email a cui contattarvi alla fine del  giftaway.
Non mi piace vincolare le persone a leggere il mio blog, ma visto che festeggiamo un anno insieme vi chiedo per questa volta di essere follower… visto che i regali sono pensati per chi mi ha sopportato fino ad oggi XD
Se volete esporre il bannerino dell’iniziativa, sentitevi liberi di “rubare” il codice.
I fortunati tra voi che riceveranno uno dei titoli li lascerò scegliere a random.org e l’esito sarà ovviamente disponibile per chiunque lo richiederà.
A questo punto mi sono già dilungata fin troppo, quindi non vi resta che commentare: avete tempo fino  alla mezzanotte del  5 Maggio, perché poi la mattina del 6 provvederò a stilare la lista dei vincitori, che contatterò direttamente via mail.
E come sempre, per ora, passo e chiudo :)

Create your own banner at mybannermaker.com!
<a href="http://libridilo.blogspot.com/2013/04/1-anno-con-i-libri-di-lo-giftaway.html" target="_blank"><img src="http://i.imgur.com/WLpzKE1.jpg" alt='Create your own banner at mybannermaker.com!' border=0 /></a><br><a href="http://www.mybannermaker.com/">Make your own banner at MyBannerMaker.com!</a>