lunedì 6 ottobre 2014

Recensione R.I.P. - REQUIESCAT IN PACE di Eilan Moon

 Editore Selfpublished
Pagine 198
Euro 2,68 ebook - 11,90 cartaceo
TRAMA:
Dopo più di duecentocinquant’anni dall’Inquisizione e dalla segreta fondazione dell’Avatara, la terra maledetta che trasforma i morti in Succubi e Incubi non si placa più nemmeno con il Potere del Sangue dei Custodi. Forse l'Apocalisse è ai cancelli e i membri dell'Avatara hanno un piano per impedire al mondo intero il momento della Rivelazione, ma quel progetto prevede qualcosa di terribile. Kaspar Nowak e sua figlia Joanna, da tutti chiamata Asia, dovranno affrontare il ritorno del Male nel cimitero di Cracovia. Per Asia essere una Custode e possedere il Potere del Sangue è una battaglia continua contro una parvenza di vita normale, da mantenere a tutti i costi. Qualcosa non funziona più come dovrebbe e la vita dei Custodi, ma soprattutto quella di Asia, è in serio pericolo. Un modo per porre fine alla maledizione esiste, ma chi dovrebbe metterla in atto brucia dal desiderio di non farlo. Borislav Todorov, affascinante quanto pericoloso Venator dell’Avatara, correrà in soccorso della giovane Joanna, ma i suoi ordini celano segreti inconfessabili, e orrori che il cacciatore non vuole rivelare. L’odio e l’amore che provano l’uno per l’altra divamperà in fuoco e ghiaccio, perché tra loro non esistono mezze misure. Bor tenterà di combattere da solo contro il Male, in qualunque forma decida di svelarsi, purtroppo per lui, però, il Potere del Sangue non può essere ignorato. Per secoli i Custodi hanno protetto la razza umana dalle porte dell'Inferno ma forse, ora, è giunto il momento di spalancarle.
VOTO:

RECENSIONE:
Ma ciao e ben trovati LoLettori!!
Mi sembra passato un secolo dall’ultima volta che ho messo mano al pc e soprattutto al blog: è stata una settimana lunga e stressante, quindi non sono riuscita a dedicare del tempo al mio angolino libroso… in compenso ho letto più del previsto, tanto che mi ritrovo con ben quattro recensioni in arretrato! Invece di fare ambarabàciccìcoccò per scegliere da quale titolo iniziare, ho deciso di partire con la lettura che mi ha dato più soddisfazioni.
Parliamo di R.I.P - Requiescat in Pace di Eilan Moon, autrice e blogger di cui vi avevo già parlato in occasione della lettura del suo Teufel – Il diavolo (QUI la recensione), uno dei libri più belli letti nel 2014.
Ero certa che lo stile dell’autrice, che già conoscevo, non mi avrebbe delusa e la cover inquietantissima mi spingeva ogni volta a prendere in mano questo libro… ma come sempre mi lascio condizionare da inezie capaci di farmi rimandare una lettura per mesi! In questo caso si trattava di parole chiave della trama: porte dell’Inferno, ritorno del Male, Apocalisse, fondazione segreta… andate voi a capire, ma ogni volta che mi soffermavo sulla trama decidevo di leggere altro!!
Ma perché??? Mi chiedo sconsolata…
Bizzarramente mi ero anche convinta che il libro si svolgesse in un’epoca non meglio definita, ma di certo non attuale: ebbene non è così!! La storia principale – se si esclude qualche divagazione passata necessaria a chiarire la situazione – si ambienta tutta ai giorni nostri, nella Polonia moderna.
La protagonista del romanzo – Joanna detta Asia – è una ragazza che vorrebbe soltanto avere una vita normale, ma ha ereditato dal padre il Potere del Sangue, potere rarissimo che la “condanna” ad essere una Custode, ossia una dei pochi eletti in grado di impedire ai morti di risorgere sotto forma di Incubi e Succubi affamati di sangue umano.
In realtà Asia non ha mai visto nessuna di queste demoniache creature perché per secoli il Potere del Sangue e i rituali svolti dopo le sepolture nel cimitero di Wavel (e in altri cimiteri maledetti sparsi per il mondo) sono stati sufficienti a mantenere chiuse le porte dell’Inferno. Ma il potere dei Custodi sta perdendo forza e in una malaugurata notte il sangue di Asia e di suo padre non sarà più sufficiente ad evitare la resurrezione dei mostri, precipitando la vita della ragazza e della sua famiglia nel terrore e nel pericolo costante. L’Avatara, una fondazione segreta che da due secoli e mezzo si occupa di controllare questa situazione, invierà uno dei suoi più letali cacciatori a tentare di risolvere il problema: è a questo punto che avremo il piacere di conoscere l’affascinante e tenebroso Borislav, controparte maschile di Asia nel romanzo.
Il rapporto che li lega è un amore-odio che renderà difficile la loro vicinanza, ma che renderà ancora più intrigante la lettura degli eventi che li vedranno coinvolti.
La protagonista mi è piaciuta fin da subito, mentre con Bor ci ho messo un po’ di più ad entrare in sintonia… ma una volta che mi ha conquistata è stato amore! Le scene che li vedono protagonisti sono cariche sia di tensione che di sensualità e sono riuscite sempre a farmi accelerare i battiti.
Due personaggi che non possono non coinvolgere, che emanano emozioni fortissime e che trascinano il lettore in una lotta contro il Male che nasconde più di quanto sembra inizialmente.
L’idea di base è davvero originale: malgrado cacciatori di demoni, risvegli infernali ed altri dettagli siano già stati letti in molti romanzi, Eilan Moon è riuscita a creare una storia appassionante e mai letta. Come prevedevo, lo stile scorrevole e curato di questa autrice mi ha permesso di leggere il libro alla velocità della luce, complice anche una curiosità costante che mi impediva di interrompere la lettura!
Praticamente mi sono divorata il romanzo quasi tutto d’un fiato… e il fiato mi è proprio venuto meno quando sono arrivata alla fine.
La vena sadica che ho riscontrato in alcuni autori italiani (che chissà perché finiscono sempre tra i miei preferiti… masochista me!) anche questa volta ha colpito e affondato: l’epilogo di R.I.P mi ha letteralmente lasciata senza parole, col groppo in gola e del tutto spiazzata!! Menomale che ci sono altri due libri da leggere per scoprire la vera fine delle vicende, visto che il romanzo è il primo di una trilogia.
Voglio spendere anche due parole sull’ambientazione bellissima: i luoghi che fanno da sfondo alla narrazione sono affascinanti in modo oscuro e le atmosfere gotiche che li pervadono rendono questo libro ancora più particolare.
Sono convinta che questo titolo sarà in grado di conquistare tutti gli appassionati del genere, quindi non esito a consigliarvelo con tutto il cuore perché è un titolo che merita di essere letto: ben scritto, appassionante, imprevedibile.
Come sempre mi tocca rimanere stupita davanti al talento innegabile di alcuni autori nostrani, che al loro esordio (R.I.P. è stato il primo romanzo di Eilan Moon) riescono a regalare ai lettori momenti di una rara intensità.
E ora non mi resta che aspettare di leggere il seguito per scoprire se le aspettative mooolto elevate che mi sono creata con il primo volume troveranno soddisfazione… e soprattutto per scoprire come l’autrice ha deciso di proseguire la storia.
E ora è il vostro turno: avete già letto questo romanzo? Cosa ne pensate?

Passo e chiudo :)

6 commenti:

  1. Ciao, Lo! Ho letto R.I.P. e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa tanto che spero di poter leggere presto il seguito: Eilan ha potenziale e trovo che la sua penna sia molto piacevole.
    Devo ancora leggere Teufel, ma spero di riuscire a rimediare presto ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono convinta che anche Teufel ti conquisterà ^^

      Elimina
  2. Letto e ne sono rimasta entusiasta,amo le atmosfere gotiche di questo romanzo e un finale cosi davvero non vedo l'ora di leggere il seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che Eilan si ritroverà con una lunga fila di richieste quando finirà il secondo volume :D

      Elimina
  3. complimenti per la recensione e io attendo il seguito di questa storia con impazienza... mi auguro di leggere presto altro di questa autrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre attendiamo il secondo di R.I.P., ti consiglio la lettura di Teufel - Il diavolo se ancora non l'hai letto... stessa autrice, storia bellissima :)

      Elimina